Kenneth Cole Reaction Slim City Donna Sintetico Infradito

B0135NT3NS

Kenneth Cole Reaction Slim City Donna Sintetico Infradito

Kenneth Cole Reaction Slim City Donna Sintetico Infradito
  • Materiale esterno: Sintetico
  • Chiusura: Senza chiusura
  • Altezza tacco: 0.5 cm
  • Larghezza scarpa: Normale
Kenneth Cole Reaction Slim City Donna Sintetico Infradito Kenneth Cole Reaction Slim City Donna Sintetico Infradito Kenneth Cole Reaction Slim City Donna Sintetico Infradito Kenneth Cole Reaction Slim City Donna Sintetico Infradito Kenneth Cole Reaction Slim City Donna Sintetico Infradito

«Si possono avere divergenze sulle opinioni, non sui numeri. Perché la matematica non è una opinione. E rispetto a chi oggi prova a polemizzare contro la nostra rigorosa gestione delle risorse pubbliche, snoccioliamo questi numeri». Così il sindaco Massimo Bacci che aggiunge : «Nel 2012 le entrate tributarie del Comune di Jesi (vale a dire il gettito complessivo derivante da imposte e tasse locali) erano pari a 28,9 milioni. Nel 2017 saranno di 25,8 milioni, con una riduzione di oltre il 10% che, a livello pro capite, è pari a -78,45 euro. L’allineamento dell’addizionale Irpef di Jesi agli altri Comuni della regione, effettuata nel lontano 2013, non ha registrato alcuna mutazione, malgrado nel frattempo lo Stato abbia tagliato risorse al Comune di Jesi per quasi 25 milioni di euro».

«Tra l’altro Jesi - Essex Glam Stivaletto Donna Chelsea Sintetico Gherone Elasticizzato Borgogna Finto Scamosciato
- nell’addizionale Irpef, ha scelto di tutelare i cittadini con un reddito al di sotto di 10 mila euro. La Regione Marche ha viceversa scelto di tassare indistintamente tutti con la propria addizionale, che ha per altro un valore due volte superiore a quella di Jesi. La tassa rifiuti, che per legge deve coprire il 100% del costo del servizio, resta ad oggi di gran lunga più bassa di tutti i Comuni della provincia di Ancona superiori ai 20 mila abitanti (eccetto Fabriano che si trova in zona montana). E questo è stato possibile grazie ad una ottimale gestione di JesiServizi che è riuscita ad ammortizzare al massimo l’aumento dei costi. Al proprio insediamento questa Amministrazione si è trovata un indebitamento di 26,3 milioni di euro, sceso in cinque anni a 15 milioni, con una riduzione di debito pari a circa 280 euro a cittadino. E sempre a proposito di eredità: altro che risorse lasciate per opere pubbliche da chi ci ha preceduto, come qualcuno incautamente sostiene! Questa Amministrazione in realtà si è trovata un conto di 3 milioni di euro da saldare per sentenze di condanna relative a cause giudiziarie datate nel tempo rispetto alle quali non era stato effettuato alcun prudenziale accantonamento. Questi sono i numeri. Agli altri lasciamo le opinioni».

  • Chioschi
  • Ristoranti
  • PLAY FOTO Trentenne stuprata e uccisa mentre fa jogging in un parco: su un blog aveva immaginato il suo funerale
    di Federica Macagnone
    Quelle parole scritte nero su bianco oggi appaiono come un macabro presagio: aveva paura della morte Karina Vetrano, logopedista 30enne di New York, e la affrontava scrivendo sul suo blog on line. Una sorta di rituale scaramantico che le impediva di paralizzarsi e andare avanti a seguire le sue passioni: la scrittura, i viaggi e la corsa. Ed è stato martedì, durante un pomeriggio di jogging, che la ragazza è scomparsa: ha messo le sue scarpette e si è diretta a pochi isolati dalla sua casa nel Queens. Non è mai più rientrata. A trovarla senza vita è stato il papà Phil, un vigile del fuoco in pensione: doveva andare a correre con lei, ma a causa di un strappo muscolare aveva rinunciato.
     
    FOTO - di -
    Trentenne stuprata e uccisa mentre fa jogging in un parco: su un blog aveva immaginato il suo funerale


    Karina aveva salutato il padre intorno alle 17 per andare a correre allo Spring Creek Park, ma dopo alcune ore non era ancora tornata. Allarmato, l'uomo si è rivolto alla polizia e si messo insieme agli agenti sulle sue tracce: dopo aver rinvenuto il suo telefonino, hanno trovato la ragazza a faccia in giù in un prato con i pantaloni abbassati. Karina aveva subìto una violenza sessuale, era stata strangolata e il suo corpo era stato abbandonato tra le sterpaglie, non molto lontano da una pista ciclabile. La polizia è ora sulle tracce del killer: come raccontano gli abitanti della zona nel parco si sono accampati diversi senzatetto. Gli agenti ne hanno sentiti due, ma non è stato ancora fatto alcun arresto.

    Per adesso rimangono l'inconsolabile dolore della famiglia e quelle pagine on line che mettono i brividi. «Vi siete mai trovati a pensare di morire? - scriveva Karina allegando l'ipotetica immagine del suo funerale - A volte, quando mi sento veramente triste e sola, mi chiedo: ma se morissi improvvisamente per uno strano incidente cosa accadrebbe? Sembrerò morbosa, ne sono sicura, ma pensarci mi aiuta a superare, mi tranquillizza. Mi aiuta a capire che tutti quei piccoli eventi che accadono sono delle sciocchezze di fronte al grande quadro della vita».
  • Ristoranti Pizzerie
  • Enoteche
  • Giovedì 4 Agosto 2016 - Ultimo aggiornamento: 05-08-2016 19:14 

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    informazioni

    Mio Account

    Contatti e info